29/10/2020

DECRETO RISTORI

ATSC, UGL E LE ALTRE PARTI SOCIALI CHIEDONO UN RISCONTRO URGENTE AL GOVERNO

 

Cari colleghi,

ATSC ha condiviso con UGL Terziario - a cui è affiliata – e le altre parti sociali, la necessità e l’urgenza di adottare provvedimenti a sostegno degli agenti di commercio, ancora una volta penalizzati dall’esclusione dall’elenco dei destinatari del decreto Ristori, attraverso l'invio di una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio dei Ministri – Prof. Giuseppe Conte, al Ministro dell’Economia e delle Finanze – On. Roberto Gualtieri, al Ministro dello Sviluppo Economico – On. Stefano Patuanelli – ed alla Ministra del Lavoro, On. Nunzia Cataffo.

Qui di seguito vi riportiamo il testo della lettera:

Gentile Presidente, Gentili Ministri, in rappresentanza degli Agenti e Rappresentanti di Commercio di tutta Italia, con la presente siamo a reiterare, le istanze contenute nelle nostre precedenti comunicazioni del 24 giugno e del 9 settembre 2020, in quanto riteniamo non più procrastinabile l’adozione di provvedimenti a sostegno di questa Categoria di lavoratori che, ogni anno, intermedia più del 70% del Pil del nostro paese. Provvedimenti che il recente DPCM del 24 ottobre rende ancora più urgenti, considerato che l’obbligo di chiusura di numerose attività commerciali e turistiche comporta l’impossibilità anche per gli agenti di commercio che operano con queste categorie, a svolgere il proprio lavoro. Riteniamo che sia fondamentale inserire tra i beneficiari del nel nuovo decreto, cosiddetto “Ristori”, anche gli agenti di commercio coinvolti indirettamente dalle chiusure previste dal DPCM (facilmente individuabili attraverso gli specifici codici ATECO) che vedranno notevolmente diminuire, se non azzerare completamente, le vendite con i clienti delle Categorie coinvolte. Ciò, peraltro, trova fondamento nello stesso DL Ristori che all’art. 1, comma 2, prevede che possano essere individuati ulteriori codici ATECO riferiti a settori economici aventi diritto al contributo, ulteriori rispetto a quelli riportati nell’Allegato 1 del decreto. Nel caso in cui venisse accolto questo nostro appello, auspichiamo che il Governo voglia tener conto delle criticità da noi già segnalate, con la nostra precedente nota del 24 giugno 2020, relativamente all’applicazione del Fondo Perduto per la Categoria degli Agenti di Commercio. Certi dell’attenzione che il Governo vorrà prestare alle richieste di sostegno alla Categoria da noi rappresentata, porgiamo distinti saluti.

 

 

Ufficio stampa ATSC

Utilizzo dei cookie su ATSC

Questo sito utilizza cookie tecnici per rendere più agevole la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca qui. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che acconsenti all'uso dei cookie.